Descrizione

È una disciplina che si occupa della prevenzione, della diagnosi e della terapia della malattia parodontale, una patologia infiammatoria multifattoriale che colpisce i tessuti di supporto dei denti con comparsa di riassorbimenti ossei (tasche parodontali), recessioni gengivali, mobilità dentale e, se trascurata, conseguente perdita degli elementi stessi. La diagnosi deriva da un’indagine multilivello comprensiva di un’analisi clinica, radiografica ed anamnestica atta ad individuare i fattori di rischio genetici, locali, sistemici o legati agli stili di vita propri di ogni paziente; questo consente l’elaborazione di un piano di cura personalizzato con la finalità di ripristinare e mantenere i tessuti parodontali in condizione di salute. Il trattamento di base della malattia parodontale consiste nella terapia parodontale non chirurgica; a questa segue una rivalutazione a distanza di tempo e, in presenza di segni di recidiva o di tasche parodontali molto profonde, si rendono necessari ulteriori approcci terapeutici anche di tipo chirurgico (chirurgia resettiva, rigenerativa e mucogengivale). Raggiunta la salute parodontale, il paziente viene inserito in un programma di mantenimento parodontale individualizzato, con richiami di igiene orale professionale e controlli periodici nel tempo.